Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
In flash

IL BENEFICIO CONTRIBUTIVO PER L'ASSUNZIONE DI LAVORATORI ISCRITTI NELLE LISTE DI MOBILIT└ ╚ DOVUTO ANCHE IN CASO DI RITARDO NELLA COMUNICAZIONE ALLA SEZIONE CIRCOSCRIZIONALE PER L'IMPIEGO - Ma decorre dalla data della comunicazione (Cassazione Sezione Lavoro n. 10298 del 17 maggio 2005, Pres. Ravagnani, Rel. Lupi).


 
NEL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE DEVE ESSERE RISPETTATO IL PRINCIPIO DELL'IMMUTABILIT└ DELLA CONTESTAZIONE - A garanzia del diritto di difesa dell'incolpato (Cassazione Sezione Lavoro n. 10292 del 17 maggio 2005, Pres. Ravagnani, Rel. Di Cerbo).


 
GLI ACCORDI COLLETTIVI NAZIONALI PER IL TRATTAMENTO ECONOMICO E NORMATIVO DEL PERSONALE SANITARIO CONCORRONO ALLA PRODUZIONE DI UNA NORMATIVA SECONDARIA - Che può essere interpretata dalla Suprema Corte (Cassazione Sezione Lavoro n. 10290 del 17 maggio 2005, Pres. Mileo, Rel. De Luca).


 
AI FINI DELLA DETERMINAZIONE DELL'ASSEGNO DI MANTENIMENTO, IL GIUDICE, SE ╚ NECESSARIO, HA IL DOVERE DI IMPIEGARE LA POLIZIA TRIBUTARIA PER ACCERTARE IL REDDITO DEL CONIUGE CHE DEVE CORRISPONDERLO - In caso di separazione (Cassazione Sezione Prima Civile n. 10344 del 17 maggio 2005, Pres. Panebianco, Rel. San Giorgio).


 
LA NULLIT└ DEL LICENZIAMENTO INTIMATO ALLA LAVORATRICE IN STATO DI GRAVIDANZA DEVE ESSERE PRONUNCIATA ANCHE SE ELLA NON HA INFORMATO TEMPESTIVAMENTE L'AZIENDA DELLE SUE CONDIZIONI - Ma il diritto alla retribuzione decorre dal momento della comunicazione accompagnata da certificato medico (Cassazione Sezione Lavoro n. 10139 del 16 maggio 2005, Pres. e Rel. Miani Canevari).


 
IL FATTO CHE UNA LAVORATRICE LICENZIATA PROVVEDA ALLE FACCENDE DOMESTICHE NON CONSENTE, IN CASO DI ANNULLAMENTO DEL LICENZIAMENTO, DI DEDURRE DALL'IMPORTO DEL RISARCIMENTO LA RELATIVA RETRIBUZIONE FIGURATIVA - In base all'art. 18 St. Lav. (Cassazione Sezione Lavoro n. 9968 del 12 maggio 2005, Pres. Sciarelli, Rel. Vigolo).


 
IL TERMINE DI PRESCRIZIONE DEL CREDITO DELL'INPS PER CONTRIBUTI PREVIDENZIALI RESTA DI DIECI ANNI IN CASO DI DENUNCIA DELL'OMISSIONE DA PARTE DEI LAVORATORI - In base alla legge n. 335 del 1995 (Cassazione Sezione Lavoro n. 9962 del 12 maggio 2005, Pres. Mercurio, Rel. D'Agostino).


 
PERCH╔ SI PROCEDA ALLA CONTESTAZIONE DISCIPLINARE NON ╚ NECESSARIA LA CERTEZZA DEL FATTO ADDEBITATO - L'accertamento occorre per l'applicazione della sanzione (Cassazione Sezione Lavoro n. 9955 del 12 maggio 2005, Pres. Mercurio, Rel. Cuoco).


 
LA SUBORDINAZIONE PUĎ ESSERE ACCERTATA ANCHE NEL CASO DI RAPPORTI CHE LA LEGGE DEFINISCE DI LAVORO AUTONOMO - Devono essere garantiti i diritti fondamentali previsti dalla Costituzione per il lavoratore subordinato (Cassazione Sezione Lavoro n. 9892 dell'11 maggio 2005, Pres. Mileo, Rel. Vigolo).


 
IL CONSEGUIMENTO, DOPO IL LICENZIAMENTO, DELLA PENSIONE DI ANZIANIT└ NON ╚ DI OSTACOLO ALL'ACCOGLIMENTO DELLA DOMANDA DI REINTEGRAZIONE NEL POSTO DI LAVORO - L'incompatibilità opera sul diverso piano del rapporto previdenziale (Cassazione Sezione Lavoro n. 9732 del 10 maggio 2005, Pres. Ciciretti, Rel. Celentano).


 
<< Inizio < Prec. 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 Pross. > Fine >>

Risultati 2121 - 2130 di 4402

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca