Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
In flash

LA DECISIONE SULLA LEGITTIMITÀ DEL TRASFERIMENTO DI UN IMPIEGATO DA UN COMUNE A UN'AMMINISTRAZIONE STATALE RIENTRA NELLA GIURISDIZIONE DEL GIUDICE ORDINARIO - Anche se il ricorso è proposto dal Comune (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 8695 del 27 aprile 2005, Pres. Olla, Rel. Roselli).


 
LE SOMME RISCOSSE A TITOLO DI INDENNITÀ DI ACCOMPAGNAMENTO RIENTRANO NELLA COMUNIONE LEGALE DEI CONIUGI - Perché non costituiscono pensione di invalidità (Cassazione Sezione Prima Civile n. 8758 del 27 aprile 2005, Pres. Olla, Rel. Panebianco).


 
LA MANCANZA DI ATTI E DOCUMENTI CHE RISULTANO ESSERE STATI RITUALMENTE PRODOTTI IN GIUDIZIO COMPORTA PER IL GIUDICE L'OBBLIGO DI DISPORNE LE RICERCHE - Ed eventualmente di procedere alla ricostruzione del loro contenuto (Cassazione Sezione Seconda Civile n. 8720 del 27 aprile 2005, Pres. Spadone, Rel. Mazzacane).


 
I RITARDI SISTEMATICI E QUANTITATIVAMENTE ELEVATI NEL DEPOSITO DEI PROVVEDIMENTI CONFIGURANO, PER IL MAGISTRATO, UN'INFRAZIONE DISCIPLINARE - Perché compromettono la credibilità dell'Ordine giudiziario (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 8690 del 27 aprile 2005, Pres. Carbone, Rel. Cicala).


 
IL LAVORATORE CHE SI SIA DIMESSO PER GIUSTA CAUSA PUÒ OTTENERE IL RISARCIMENTO DEL DANNO - In aggiunta all'indennità sostitutiva del preavviso (Cassazione Sezione Lavoro n. 8650 del 26 aprile 2005, Pres. Sciarelli, Rel. Figurelli).


 
LE CRITICHE ALLA CONSULENZA D'UFFICIO IN MATERIA MEDICO-LEGALE, SONO AMMISSIBILI SE CONTENGONO LA DOCUMENTATA DENUNCIA DI UNA DEVIANZA DELLE NOZIONI CORRENTI DELLA SCIENZA MEDICA - La cui fonte va indicata (Cassazione Sezione Lavoro n. 8654 del 26 aprile 2005, Pres. Sciarelli, Rel. Figurelli).


 
QUANDO LA TRASFERTA DIVENTA, PER IL SUO COSTANTE RIPETERSI, UN ASPETTO STRUTTURALE DELLA PRESTAZIONE LAVORATIVA, IL RELATIVO COMPENSO PUÒ ESSERE RITENUTO UNA COMPONENTE DELLA NORMALE RETRIBUZIONE - Ai fini contrattuali (Cassazione Sezione Lavoro n. 8468 del 22 aprile 2005, Pres. Sciarelli, Rel. Cuoco).


 
LA SUBORDINAZIONE PUÒ ASSUMERE FORME PIÙ ATTENUATE ANCHE IN RELAZIONE ALL'EVOLVERSI DEI SISTEMI DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO - In particolare nel caso di prestazioni aventi natura creativa, intellettuale, dirigenziale o professionale (Cassazione Sezione Lavoro n. 8307 del 21 aprile 2005, Pres. Mattone, Rel. Di Iasi).


 
LA CONTESTAZIONE DELL'ADDEBITO DISCIPLINARE DEVE CONSENTIRE L'ESATTA INDIVIDUAZIONE DELL'INFRAZIONE ATTRIBUITA AL LAVORATORE - Si tratta di una garanzia procedimentale desumibile dal carattere generale del "giusto procedimento" (Cassazione Sezione Lavoro n. 8303 del 21 aprile 2005, Pres. Senese, Rel. Balletti).


 
IL LAVORATORE PUÒ LIBERAMENTE DISPORRE DEL SUO DIRITTO ALLA PROSECUZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO - L'accettazione della collocazione in mobilità non rientra fra le rinunce che possono essere impugnate in base all'art. 2113 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 8281 del 20 aprile 2005, Pres. Ravagnani, Rel. D'Agostino).


 
<< Inizio < Prec. 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 Pross. > Fine >>

Risultati 2141 - 2150 di 4402

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca