Home arrow LAVORO arrow Fatto e diritto
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Fatto e diritto:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
Fatto e diritto




articoli archiviati per il 2009




I COMPENSI SPETTANTI AL GIORNALISTA PER PRESTAZIONI DI LAVORO AUTONOMO DEVONO ESSERE DETERMINATI IN BASE ALLA TARIFFA PROFESSIONALE - In mancanza di accordo con l'azienda (Cassazione Sezione Lavoro n. 11011 del 13 maggio 20069, Pres. Mercurio, Rel. Roselli).


 
L'ATTIVITA' DI ARBITRO DI CALCIO NELL'AMBITO DI UN RAPPORTO ASSOCIATIVO NON DA' LUOGO ALLA COSTITUZIONE DI UN RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO - Se svolta secondo le norme dell'ordinamento sportivo (Cassazione Sezione Lavoro n. 10867 del 12 maggio 2009, Pres. Sciarelli, Rel. Zappia).


 
IN CASO DI PROCEDURA CONCORSUALE IL CURATORE O IL LIQUIDATORE, ANCHE SE NON VI SIA STATO L'ESERCIZIO PROVVISORIO DELL'IMPRESA, PUO' CEDERE L'AZIENDA - Ciò comporta il passaggio del personale alle dipendenze del cessionario (Cassazione Sezione Lavoro n. 10400 del 6 maggio 2009, Pres. Ianniruberto, Rel. Stile).


 
LA RESPONSABILITA' DELLO STATO PER LA SCIAGURA AEREA DI USTICA PUO' ESSERE ACCERTATA IN SEDE CIVILE E DERIVA DALL'INOSSERVANZA DELL'OBBLIGO DI GARANTIRE LA SICUREZZA DEI CIELI - Anche se in sede penale non è stato individuato alcun colpevole (Cassazione Sezione Terza Civile n. 10285 del 5 maggio 2009, Pres. Senese, Rel. Segreto).


 
CONTRASTO DI GIURISPRUDENZA SUGLI EFFETTI DELL'IMPUGNAZIONE DEL LICENZIAMENTO SPEDITA A MEZZO POSTA PRIMA DELLA SCADENZA DEL TERMINE DI 60 GIORNI PREVISTO DALLA LEGGE N. 604 DEL 1966 - Chiesta una decisione delle Sezioni Unite (Cassazione Sezione Lavoro ordinanza n. 10230 del 4 maggio 2009, Pres. Sciarelli, Rel. Ianniello).


 
ESISTE UN DOVERE DI TOLLERARE LE CRITICHE E LE CENSURE DEL SUPERIORE GERARCHICO - Ove non si tratti di gravi offese (Cassazione Sezione Terza Civile n. 10098 del 30 aprile 2009, Pres. Senese, Rel. Petti).


 
LA PROCEDURA PER RIDUZIONE DI PERSONALE PREVISTA DALLA LEGGE N. 223 DEL 1991 DEVE ESSERE APPLICATA ANCHE NEL CASO DI LICENZIAMENTI EFFETTUATI IN OCCASIONE DEL TRASFERIMENTO DI UN RAMO D'AZIENDA - Pur se per accordo sindacale sia prevista la riassunzione dei licenziati da parte del cessionario (Cassazione Sezione Lavoro n. 10005 del 29 aprile 2009, Pres. e Rel. Ianniruberto).


 
L'AZIENDA CHE NEGHI A UN LAVORATORE LE INFORMAZIONI SULLE MODALITA' DI APPLICAZIONE DEI CRITERI DI SCELTA IN UNA SELEZIONE PER PROMOZIONI PUO' ESSERE CONDANNATA AL RISARCIMENTO DEL DANNO - Per violazione delle regole di correttezza e buona fede (Cassazione Sezione Lavoro n. 10003 del 29 aprile 2009, Pres. Ianniruberto, Rel. Napoletano).


 
LA DIRETTIVA DEL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA EMESSA IL 28 GIUGNO 1999 IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO NON DEVE ESSERE INTERPRETATA RESTRITTIVAMENTE - Perché persegue l'obiettivo fondamentale della tutela dei lavoratori precari (Corte di Giustizia Europea, Sezione Terza, sentenza del 23 aprile 2009, nei procedimenti riuniti da C-378/07 a C-380/07, Pres. Rosas, Rel. O' Caoimh).


 
LA COLPA DEL LAVORATORE NON E' SUFFICIENTE AD ESCLUDERE LA RESPONSABILITA' DELL'AZIENDA PER L'INFORTUNIO - In caso di inosservanza delle misure di correttezza (Cassazione Sezione Lavoro n. 9689 del 23 aprile 2009, Pres. Sciarelli, Rel. Nobile).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 71 - 80 di 121

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca