Home arrow LAVORO arrow In flash
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

In flash:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
In flash




articoli archiviati per il 1999




APPALTO DI SERVIZI AUTOMOBILISTICI PER UNA BANCA - L'interposizione illegittima nel rapporto di lavoro degli autisti può essere esclusa se le auto non vengono fornite dall'istituto di credito e le disposizioni organizzative sono emesse dall'appaltatore (Cassazione Sezione Lavoro n. 9234 del 1 settembre 1999, Pres. Eula, Rel. Capitanio).


 
LICENZIAMENTO, PER SOPPRESSIONE DEL POSTO DI LAVORO, DEL DIPENDENTE PIÙ COSTOSO - Può essere ritenuto legittimo in caso di accertata difficoltà dell'azienda e di mancato rimpiazzo del licenziato (Cassazione Sezione Lavoro n. 8975 del 26 agosto 1999, Pres. De Tommaso, Rel. Mercurio).


 
REPRESSIONE DELLA CONDOTTA ANTISINDACALE TENUTA DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Il giudice ordinario può, in base all'art. 28 St. Lav., imporle di tenere un determinato comportamento (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 592 del 24 agosto 1999, Pres. Favara, Rel. Giannantonio).


 
CONDIZIONI PER LA FISCALIZZAZIONE DEGLI ONERI SOCIALI - E' sufficiente che ai dipendenti sia corrisposto il trattamento economico previsto dai contratti di categoria (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 486 del 21 luglio 1999, Pres. Cantillo, Rel. Prestipino).


 
IL LAVORATORE SOTTOPOSTO A PROCEDIMENTO DISCIPLINARE HA DIRITTO DI ESPORRE VERBALMENTE LE SUE DIFESE ANCHE QUANDO ABBIA CONTESTATO IN FORMA SCRITTA GLI ADDEBITI - Ma deve chiedere di essere convocato (Cassazione Sezione Lavoro n. 7006 del 6 luglio 1999, Pres. De Tommaso, Rel. Coletti).


 
MANCATA PRESENTAZIONE DEL DIPENDENTE CONVOCATO, DOPO LA SENTENZA DI REINTEGRAZIONE, IN UNA CITTÀ DIVERSA DA QUELLA DOVE LAVORAVA AL MOMENTO DEL LICENZIAMENTO ANNULLATO - Non comporta rinuncia al posto di lavoro (Cassazione Sezione Lavoro n. 6847 del 2 luglio 1999, Pres. De Tommaso, Rel. Figurelli).


 
FALSIFICAZIONE, DA PARTE DI UN BANCARIO, DELLA FIRMA DELLA MOGLIE E DELLA MADRE, CON LA LORO AUTORIZZAZIONE, PER PRELIEVI ESEGUITI PER ESIGENZE DI FAMIGLIA - Il fatto, anche se illecito, può essere ritenuto non così grave da giustificare il licenziamento (Cassazione Sezione Lavoro n. 6800 del 1 luglio 1999, Pres. Sciarelli, Rel. Roselli).


 
ACCERTAMENTO DELLA SUBORDINAZIONE MEDIANTE LA VALUTAZIONE GLOBALE DI ELEMENTI SINTOMATICI - Indizi precisi, gravi e concordanti (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 379 del 30 giugno 1999, Pres. Vessia, Rel. Evangelista).


 
RICHIESTA DI MANTENIMENTO IN SERVIZIO DA PARTE DEL LAVORATORE ULTRASESSANTENNE - Deve essere accolta anche nel caso che sia stato raggiunto il massimo livello contributivo utile ai fini della pensione (Cassazione Sezione Lavoro n. 6266 del 21 giugno 1999, Pres. Sommella, Rel. Spanò).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 31 - 40 di 96

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca