Home arrow LAVORO arrow In flash
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

In flash:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
In flash




articoli archiviati per il 2002




IN CASO DI CESSIONE DI AZIENDA IL LAVORATORE PUÒ FAR VALERE I SUOI DIRITTI, DERIVANTI DALLA CONTINUAZIONE DEL RAPPORTO, PROMUOVENDO UN GIUDIZIO NEI CONFRONTI DEL SOLO CESSIONARIO - Non si configura un litisconsorzio necessario con il cedente (Cassazione Sezione Lavoro n. 14708 del 16 ottobre 2002, Pres. Senese, Rel. Picone).


 
IL SANITARIO DIPENDENTE DI UN ENTE ECCLESIASTICO ESERCENTE L'ATTIVITÀ OSPEDALIERA HA DIRITTO ALLA PROMOZIONE AUTOMATICA IN CASO DI SVOLGIMENTO DI MANSIONI SUPERIORI - Si applica l'art. 2103 cod. civ., anche se l'ente è inserito nel servizio pubblico (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 14382 dell'8 ottobre 2002, Pres. Carbone, Rel. Miani Canevari).


 
IN CASO DI CAMBIAMENTO DI MANSIONI, LA DEQUALIFICAZIONE PUÒ VERIFICARSI ANCHE QUANDO I NUOVI COMPITI RIENTRINO TRA QUELLI PROPRI DEL LIVELLO DI INQUADRAMENTO - Deve essere rispettata la professionalità acquisita (Cassazione Sezione Lavoro n. 14150 del 2 ottobre 2002, Pres. Ciciretti, Rel. Picone).


 
IL TRATTAMENTO DI DISOCCUPAZIONE NON SPETTA AI LAVORATORI A DOMICILIO PER I PERIODI TRA UNA COMMESSA ED UN'ALTRA - Non è consentita l'equiparazione con i precari e gli stagionali (Cassazione Sezione Lavoro n. 14127 del 1 ottobre 2002, Pres. Sciarelli, Rel. Celentano).


 
IL SINDACATO DEI LAVORATORI SOCI DI UNA COOPERATIVA NON PUÒ AGIRE NEI CONFRONTI DELLA SOCIETÀ IN BASE ALL'ART. 28 ST. LAV. PER LA REPRESSIONE DI COMPORTAMENTI ANTISINDACALI - Quando non sussistono rapporti di lavoro subordinato (Cassazione Sezione Lavoro n. 14040 del 27 settembre 2002, Pres. Ciciretti, Rel. Balletti).


 
L'APPLICAZIONE RIPETUTA DI UN LAVORATORE A MANSIONI SUPERIORI PER UN PERIODO COMPLESSIVAMENTE SUPERIORE A TRE MESI NON CONFIGURA ELUSIONE DELL'OBBLIGO DI PROMOZIONE AUTOMATICA QUANDO SIA NECESSITATA DA TEMPORANEE ED EFFETTIVE ESIGENZE ORGANIZZATIVE - Tra queste rientra la necessità di svolgere procedure selettive per la copertura di posti in organico (Cassazione Sezione Lavoro n. 13979 del 26 settembre 2002, Pres. Prestipino, Rel. Di Lella).


 
LE INDENNITÀ PREVISTE DAGLI ACCORDI INTEGRATIVI RAI-USIGRAI SPETTANO ANCHE AI GIORNALISTI CINEOPERATORI - Quando sussistono i presupposti per il riconoscimento (Cassazione Sezione Lavoro n. 13945 del 25 settembre 2002, Pres. Trezza, Rel. Dell'Anno).


 
LA RICLASSIFICAZIONE È LECITA, MA NON PUÒ COMPORTARE L'IMPIEGO DI UN LAVORATORE CON MANSIONI INFERIORI A QUELLE IN PRECEDENZA SVOLTE - L'art. 2103 cod. civ. si applica anche ai contratti collettivi (Cassazione Sezione Lavoro n. 12821 del 3 settembre 2002, Pres. Ianniruberto, Rel. Amoroso).


 
L'AZIENDA HA L'OBBLIGO DI FAR LAVORARE IL DIPENDENTE NEL PERIODO DI PREAVVISO - L'indennità sostitutiva può essere corrisposta solo se v'è l'accordo sulla cessazione immediata della prestazione lavorativa (Cassazione Sezione Lavoro n. 11118 del 28 luglio 2002, Pres. Sciarelli, Rel. Balletti).


 
IL DIPENDENTE DELLE FERROVIE DELLO STATO CHE LAVORA PER SETTE GIORNI CONSECUTIVI HA DIRITTO AD UN INDENNIZZO PER LA MANCATA FRUIZIONE DEL RIPOSO NEL SETTIMO GIORNO - L'importo va determinato in via equitativa (Cassazione Sezione Lavoro n. 10324 del 16 luglio 2002, Pres. Dell'Anno, Rel. Vigolo).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Pross. > Fine >>

Risultati 21 - 30 di 77

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca