Home arrow LAVORO arrow In flash
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

In flash:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
In flash




articoli archiviati per il 2006




ANCHE IL DIPENDENTE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE È TUTELATO CONTRO LA DEQUALIFICAZIONE - In base all'art. 52 del decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165 (Cassazione Sezione Lavoro n. 3389 del 16 febbraio 2006, Pres. Ciciretti, Rel. Amoroso).


 
I CONTRATTI COLLETTIVI OPERANO ENTRO L'AMBITO TEMPORALE CONCORDATO DALLE PARTI - In quanto manifestazione della loro autonomia negoziale (Cassazione Sezione Lavoro n. 3372 del 16 febbraio 2006, Pres. Mercurio, Rel. Di Cerbo).


 
DIRITTO DI PRECEDENZA NELLE ASSUNZIONI A TERMINE - Non è previsto in via generale, ma per specifiche ipotesi (Cassazione Sezione Lavoro n. 3309 del 15 febbraio 2006, Pres. Sciarelli, Rel. Stile).


 
LE REGOLE PER L'INTERPRETAZIONE DEL CONTRATTO SONO GOVERNATE DA UN PRINCIPIO DI GERARCHIA - È prioritario il canone fondato sul significato letterale delle parole (Cassazione Sezione Lavoro n. 3228 del 14 febbraio 2006, Pres. Sciarelli, Rel. De Luca).


 
LA DEQUALIFICAZIONE SI VERIFICA ANCHE QUANDO AL LAVORATORE SIANO ATTRIBUITI COMPITI MARGINALI CHE LO LASCINO PRESSOCHÉ INATTIVO - Il lavoro costituisce un mezzo di estrinsecazione della personalità (Cassazione Sezione Lavoro n. 3046 del 13 febbraio 2006, Pres. Sciarelli, Rel. Toffoli).


 
IL RECESSO DEL MANDANTE DAL RAPPORTO DI AGENZIA OPERA AL MOMENTO DELLA EFFETTIVA CORRESPONSIONE DELL'INDENNITÀ SOSTITUTIVA DEL PREAVVISO - Tranne che nel caso di risoluzione per giusta causa (Cassazione Sezione Lavoro n. 3040 del 13 febbraio 2006, Pres. Sciarelli, Rel. Monaci).


 
IL DATORE DI LAVORO DEVE VALUTARE IMPARZIALMENTE I RISULTATI DEI CONCORSI PER PROMOZIONI - Attenendosi alle regole di correttezza e buona fede (Cassazione Sezione Lavoro n. 3039 del 13 febbraio 2006, Pres. Mileo, Rel. De Renzis).


 
L'ISCRIZIONE DEL LAVORATORE ALL'ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE NON IMPEDISCE L'ACCERTAMENTO DELL'ESISTENZA DI UN RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO A DOMICILIO - In base alla legge n. 877 del 1973 (Cassazione Sezione Lavoro n. 2895 del 10 febbraio 2006, Pres. Senese, Rel. Curcuruto).


 
L'ADESIONE A UN CONTRATTO COLLETTIVO DA PARTE DI UN'IMPRESA NON ISCRITTA ALL'ASSOCIAZIONE STIPULANTE PUÒ DESUMERSI DAL SUO COMPORTAMENTO - Quando essa vi dia esecuzione (Cassazione Sezione Lavoro n. 2843 del 10 febbraio 2006, Pres. Mileo, Rel. De Renzis).


 
IL LICENZIAMENTO DISCIPLINARE PUÒ ESSERE SINTETICAMENTE MOTIVATO CON RIFERIMENTO AGLI ADDEBITI CONTESTATI - Non è necessaria una motivazione analoga a quella dei provvedimenti giurisdizionali (Cassazione Sezione Lavoro n. 2851 del 9 febbraio 2006, Pres. Sciarelli, Rel. Curcuruto).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 91 - 100 di 113

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca