Home arrow LAVORO arrow In flash
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

In flash:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
In flash




articoli archiviati per il 2009




IN CASO DI RIDUZIONE DI PERSONALE L'AZIENDA DEVE TRATTARE IN BUONA FEDE CON LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI - In base alla legge n. 223 del 1991 (Cassazione Sezione Lavoro n. 22824 del 28 ottobre 2009, Pres. Sciarelli, Rel. Ianniello).


 
LE PARTI POSSONO CONCORDARE LA SOSPENSIONE TEMPORANEA DELLE OBBLIGAZIONI DERIVANTI DAL RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO - Nell'esercizio dell'autonomia contrattuale (Cassazione Sezione Lavoro n. 22816 del 28 ottobre 2009, Pres. Sciarelli, Rel. Zappia).


 
NEL CASO DI SOCIETA' DI CAPITALI A RISTRETTA BASE AZIONARIA E' LEGITTIMA LA PRESUNZIONE DI ATTRIBUZIONE AI SOCI DEGLI EVENTUALI UTILI EXTRACONTABILI ACCERTATI - Ai fini tributari (Cassazione Sezione Tributaria n. 22763 del 28 ottobre 2009, Pres. D'Alonzo, Rel. Campanile).


 
IN CASO DI RIDUZIONE DEL PERSONALE, L'AMBITO DELLA SCELTA DEL PERSONALE DA LICENZIARE DEVE, IN LINEA DI PRINCIPIO, COINCIDERE CON L'INTERO COMPLESSO AZIENDALE - In base alla legge n. 223 del 1991 (Cassazione Sezione Lavoro n. 22825 del 28 ottobre 2009, Pres. Siarelli, Rel. Ianniello).


 
L'UTILITA' DELLA DECISIONE IMPRENDITORIALE DI MODIFICARE L'ASSETTO ORGANIZZATIVO DELL'AZIENDA NON E' SINDACABILE DA PARTE DEL GIUDICE - Purché risulti l'effettività e la non pretestuosità della modifica (Cassazione Sezione Lavoro n. 22648 del 27 ottobre 2009, Pres. Sciarelli, Rel. Monaci).


 
IL LAVORATORE CHE IMPUGNA IL LICENZIAMENTO MOTIVATO CON RAGIONI ORGANIZZATIVE DEVE INDICARE LE POSSIBILITA' DI UN SUO IMPIEGO NELL'ORGANIZZAZIONE AZIENDALE - In altre posizioni lavorative (Cassazione Sezione Lavoro n. 22417 del 22 ottobre 2009, Pres. e Rel. Battimiello).


 
LA GIURISDIZIONE SULLE CONTROVERSIE RELATIVE AL CONFERIMENTO DI INCARICHI AI DIRIGENTI PUBBLICI SPETTA AL GIUDICE ORDINARIO - Non si tratta di concorsi (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 22159 del 20 ottobre 2009, Pres. Carbone, Rel. La Terza).


 
UN ILLECITO DISCIPLINARE REITERATO NEL TEMPO PUO' GIUSTIFICARE UNA SANZIONE PIU' GRAVE - Anche se non si configura la recidiva (Cassazione Sezione Lavoro n. 22162 del 20 ottobre 2009, Pres. De Luca, Rel. Monaci).


 
IL LAVORATORE NON PUO' ESSERE LICENZIATO PER MOTIVI DIVERSI DA QUELLI CONTESTATIGLI IN SEDE DISCIPLINARE - Ma, ai fini della valutazione della gravità dell'infrazione, possono essere considerate altre circostanze (Cassazione Sezione Lavoro n. 21795 del 14 ottobre 2009, Pres. Sciarelli, Rel. Bandini).


 
LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, NELL'INQUADRARE I DIPENDENTI, NON PUO' DEROGARE ALLA DISCIPLINA DEI CONTRATTI COLLETTIVI - Nemmeno in senso migliorativo (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 21744 del 14 ottobre 2009, Pres. Carbone, Rel. Picone).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 31 - 40 di 145

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca