Home arrow LAVORO arrow In flash
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

In flash:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
In flash




articoli archiviati per il 2010




LA CONCESSIONE DEI BENEFICI PER L'ASSUNZIONE DI LAVORATORI IN MOBILITA' PRESUPPONE L'ESISTENZA DI EFFETTIVE RAGIONI ORGANIZZATIVE - In base all'art. 8 della legge n. 223/91 (Cassazione Sezione Lavoro n. 22864 del 10 novembre 2010, Pres. Miani Canevari, Rel. Bandini).


 
IL LAVORATORE DEVE DENUNCIARE ALL'INPS ENTRO CINQUE ANNI L'OMESSO VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI - Perché si applichi il termine di prescrizione decennale (Cassazione Sezione Lavoro n. 22739 del 9 novembre 2010, Pres. Miani Canevari, Rel. La Terza).


 
OVE SIA STATO INDENNIZZATO DALL'INAIL, IL LAVORATORE CHE ABBIA SUBITO UN INFORTUNIO PUO' CHIEDERE ALL'AZIENDA SOLO IL RISARCIMENTO DEL DANNO NON PATRIMONIALE - In base all'art. 74 del D.P.R. 1124/65 (Cassazione Sezione Lavoro n. 22561 del 5 novembre 2010, Pres. Miani Canevari, Rel. Zappia).


 
ANCHE IN MATERIA DI INFORTUNI SUL LAVORO DEVE APPLICARSI IL PRINCIPIO DELL'EQUIVALENZA DELLE CONDIZIONI - Previsto dall'art. 41 cod. pen. (Cassazione Sezione Lavoro n. 22441 del 4 novembre 2010, Pres. Roselli, Rel. Napoletano).


 
NELLA COMUNICAZIONE DI APERTURA DELLA PROCEDURA DI RIDUZIONE DI PERSONALE I MOTIVI DELLA RISTRUTTURAZIONE DEVONO ESSERE RIFERITI ALLA SITUAZIONE DELL'INTERA AZIENDA - In base alla legge n. 223 del 1991 (Cassazione Sezione Lavoro n. 22329 del 3 novembre 2010, Pres. Roselli, Rel. Curzio).


 
IL COMPORTAMENTO DEL LAVORATORE GIUSTIFICA IL LICENZIAMENTO SE PONE IN DUBBIO LA FUTURA CORRETTEZZA DELL'ADEMPIMENTO AGLI OBBLIGHI CONTRATTUALI - Il giudizio di adeguatezza della sanzione è eminentemente soggettivo (Cassazione Sezione Lavoro n. 22170 del 29 ottobre 2010, Pres. Vidiri, Rel. Meliadò).


 
IL LAVORATORE NON PUO' ESSERE SOTTOPOSTO DUE VOLTE A PROCEDIMENTO DISCIPLINARE PER GLI STESSI FATTI - L'azienda può solo tener conto dei precedenti (Cassazione Sezione Lavoro n. 21760 del 22 ottobre 2010, Pres. Roselli, Rel. Morcavallo).


 
NON E' MANIFESTAMENTE INFONDATA LA QUESTIONE DI LEGITTIMITA' COSTITUZIONALE DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI REQUISITI PER L'ACCESSO DEI LAVORATORI PART-TIME ALLE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI - In relazione agli artt. 3 e 38 Cost. (Cassazione Sezione Lavoro ordinanza n. 21518 del 20 ottobre 2010, Pres. Sciarelli, Rel. Ianniello).


 
IL CESSIONARIO DEL CREDITO PER T.F.R. HA DIRITTO DI OTTENERNE IL PAGAMENTO DA PARTE DELL'INPS - In caso di insolvenza del datore di lavoro (Cassazione Sezione Lavoro n. 21143 del 13 ottobre 2010, Pres. Sciarelli, Rel. Monaci).


 
AI PROSSIMI CONGIUNTI DI UNA PERSONA CHE ABBIA SUBITO, PER EFFETTO DI UN REATO, UNA LESIONE PERSONALE, PUO' ESSERE RICONOSCIUTO IL DIRITTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO NON PATRIMONIALE - Jure proprio (Cassazione Sezione Terza Civile n. 20667 del 5 ottobre 2010, Pres. Varrone, Rel. Filadoro).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 11 - 20 di 94

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca