Home arrow LAVORO
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Lavoro:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
Lavoro




articoli archiviati per il 2004




LA DIPENDENTE DI UNA PICCOLA AZIENDA LICENZIATA NEL PERIODO DI GRAVIDANZA HA DIRITTO DI ESSERE RIAMMESSA IN SERVIZIO - Anche se non si applica l'art. 18 St. Lav. (Cassazione Sezione Lavoro n. 18537 del 15 settembre 2004, Pres. Mattone, Rel. Cataldi).


 
SE ALLA SOSPENSIONE CAUTELARE NON FA SEGUITO IL LICENZIAMENTO, IL RAPPORTO DI LAVORO SI RIPRISTINA, CON DIRITTO DEL DIPENDENTE ALLA RETRIBUZIONE PER IL PERIODO DI INATTIVITÀ - Con la rivalutazione monetaria e gli interessi (Cassazione Sezione Lavoro n. 17763 del 2 settembre 2004, Pres. Senese, Rel. Filadoro).


 
IN CASO DI CONTROVERSIA SULLA LEGITTIMITÀ DI UN'ASSUNZIONE A TERMINE PER "SOSTITUZIONE A CATENA", L'AZIENDA DEVE SPECIFICARE E PROVARE IL MECCANISMO DI SCORRIMENTO - Non sono sufficienti generiche disposizioni organizzative (Cassazione Sezione Lavoro n. 16661 del 24 agosto 2004, Pres. Mattone, Rel. Filadoro).


 
IL DIPENDENTE DI UNA SOCIETÀ TELEFONICA CHE COMUNICHI A UN AMICO L'INDIRIZZO DI UN UTENTE DI TELEFONO CELLULARE VIOLA IL DOVERE DI RISERVATEZZA - L'infrazione può giustificare il licenziamento (Cassazione Sezione Lavoro n. 16628 del 23 agosto 2004, Pres. Sciarelli, Rel. Amoroso).


 
NEI RAPPORTI CON L'AGENTE L'AZIENDA DEVE AGIRE CON LEALTÀ E BUONA FEDE, RISPETTANDONE LA DIGNITÀ - In base all'art. 1749 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 16506 del 21 agosto 2004, Pres. Senese, Rel. Amoroso).


 
L'AZIONE PER L'ACCERTAMENTO DELL'ESISTENZA DI UN RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO NON È SOGGETTA A PRESCRIZIONE - Perché è diretta alla qualificazione giuridica di una situazione (Cassazione Sezione Lavoro n. 16263 del 19 agosto 2004, Pres. Sciarelli, Rel. Miani Canevari).


 
LA COINCIDENZA FRA IL CAPO DI INCOLPAZIONE PREVIAMENTE CONTESTATO E QUELLO POSTO A BASE DELLA SANZIONE DISCIPLINARE DEV'ESSERE COMPLETA - Perché il lavoratore possa esercitare il diritto di difesa (Cassazione Sezione Lavoro n. 16249 del 19 agosto 2004, Pres. Senese, Rel. Roselli).


 
ANCHE QUANDO IL LAVORATORE SI RENDE RESPONSABILE DI UN COMPORTAMENTO PER IL QUALE IL CONTRATTO COLLETTIVO PREVEDE LA SANZIONE DEL LICENZIAMENTO, IL GIUDICE DEVE VERIFICARE LA CONFIGURABILITÀ DI UNA GIUSTA CAUSA - Tenendo conto anche dell'elemento intenzionale (Cassazione Sezione Lavoro n. 16260 del 19 agosto 2004, Pres. Prestipino, Rel. Filadoro).


 
PER ACCERTARE UNA NOVAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO IL GIUDICE DEVE VERIFICARE L'EFFETTIVA VOLONTÀ DELLE PARTI - In base all'art. 1230 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 16038 del 17 agosto 2004, Pres. Senese, Rel. Prestipino).


 
L'INSEGNAMENTO TEORICO È UN ELEMENTO ESSENZIALE DEL CONTRATTO DI FORMAZIONE E LAVORO - La sua mancanza determina la trasformazione del rapporto (Cassazione Sezione Lavoro n. 16026 del 17 agosto 2004, Pres. Mileo, Rel. Cuoco).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 51 - 60 di 211

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca