Home arrow FAMIGLIA
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Famiglia:
 
2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
FAMIGLIA




Scegli il mese e l'anno per visualizzare i relativi articoli archiviati o usa il menu Archivio sulla sinistra, che mostra le annate in cui vi sono articoli archiviati in questa sezione.


L'AZIONE DI DISCONOSCIMENTO DI PATERNITÀ NON PUÒ ESSERE ESPERITA DAL MARITO CHE ABBIA CONSENTITO ALL'INSEMINAZIONE ARTIFICIALE ETEROLOGA DELLA MOGLIE - Non è applicabile in materia l'art. 235 del codice civile che consente il disconoscimento da parte del marito affetto da impotenza (Corte Costituzionale n. 347 del 22 settembre 1998, Pres. Granata, Red. Santosuosso).


 
OBBLIGO DI MANTENIMENTO DEL FIGLIO IN CASO DI DICHIARAZIONE GIUDIZIALE DI PATERNITÀ NATURALE - Decorre dalla data della nascita e non dal giorno della domanda (Cassazione Sezione Prima Civile n. 8042 del 14 agosto 1998 Pres. Corda, Rel. Carbone).


 
PROVA PER PRESUNZIONI DELLA PATERNITÀ NATURALE - Non è necessario dimostrare la stabile coabitazione (Cassazione Sezione Prima Civile n. 5333 del 29 maggio 1998, Pres. Olla, Rel. Verucci).


 
NULLITA' DEL MATRIMONIO CONCORDATARIO PER RISERVA MENTALE SULL'INDISSOLUBILITA' DEL VINCOLO - Il Giudice italiano può negare l'esecutività alla decisione del Tribunale Ecclesiastico, ove la ritenga in contrasto con l'ordine pubblico interno per violazione del principio di salvaguardia dell'affidamento negoziale incolpevole (Cassazione Sezione Prima Civile n. 4802 del 13 maggio 1998, Pres. Grieco, Rel. Losavio).


 
ASSEGNAZIONE DELLA CASA AL GENITORE NATURALE AFFIDATARIO DI FIGLIO MINORE IN CASO DI CESSAZIONE DEL RAPPORTO DI CONVIVENZA MORE UXORIO - Il giudice può disporla in base al principio di responsabilità genitoriale (Corte Costituzionale n. 166 del 13 maggio 1998, Pres. Granata, Red. Contri).


 
IMPUGNAZIONE DEL MATRIMONIO PER ERRORE - In caso di malattia non conosciuta dell'altro coniuge (Cassazione Sezione Lavoro n. 3671 del 9 aprile 1998, Pres. Senofonte, Rel. Vitrone).


 
POSSIBILE L'ADOZIONE DI MINORI STRANIERI SENZA L'INTERVENTO DI ORGANIZZAZIONI O ENTI PUBBLICI AUTORIZZATI - Il giudice italiano deve accertare direttamente la ricorrenza delle condizioni di legge (Cassazione Sezione Prima Civile n. 3106 del 24 marzo 1998, Pres. Baldassarre, Rel. Felicetti).


 
DOMANDA DI ASSEGNO DIVORZILE - Può essere proposta anche in un momento successivo alla sentenza di divorzio (Cassazione Sezione Prima Civile n. 1031 del 2 febbraio 1998, Pres. Reale, Rel. Proto).


 
LA CONVENZIONE INTERNAZIONALE SUI DIRITTI DEL FANCIULLO IMPONE DI TENER CONTO DELLA SUA VOLONTA' NEI RAPPORTI DI FAMIGLIA - Il Giudice può disporre che in caso di divorzio egli non sia costretto a incontrare il padre non affidatario (Cassazione Sezione Prima Civile n. 317 del 15 gennaio 1998, Pres. Finocchiaro, Rel. Spirito).


 
LIEVE INSUFFICIENZA MENTALE DELLA MADRE - Non basta a giustificare la dichiarazione dello stato di adottabilità della figlia minore (Cassazione Sezione Prima Civile n. 120 del 9 gennaio 1998, Pres. Rocchi, Rel. Verucci).


 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 Pross. > Fine >>

Risultati 151 - 160 di 164

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca