Home arrow DOCUMENTI
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
DOCUMENTI




Scegli il mese e l'anno per visualizzare i relativi articoli archiviati o usa il menu Archivio sulla sinistra, che mostra le annate in cui vi sono articoli archiviati in questa sezione.


IL TERMINE PER L'AZIONE DI DISCONOSCIMENTO DELLA PATERNITÀ, NEL CASO IN CUI IL MARITO SIA AFFETTO DA IMPOTENZA DI GENERARE, DECORRE DAL MOMENTO DELL'ACCERTAMENTO DELL'IMPOTENZA - Dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 244 cod. civ. nella parte in cui stabiliva che il termine decorresse dal giorno della nascita del figlio (Corte Costituzionale n. 170 del 14 maggio 1999, Pres. Granata, Red. Contri).


 
COMMISSIONE DELLE COMUNITA' EUROPEE - DENUNCIA DELLA VIOLAZIONE GRAVE E PERSISTENTE - Esposto dell'Associazione Avvocati del Lavoro. Roma 13 maggio 1999


 
RICHIAMATA L'ATTENZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SULLE GRAVI DISFUNZIONI DELLA GIUSTIZIA DEL LAVORO NELLA CAPITALE - Dopo che il presidente della Corte d’Appello si è dichiarato impotente ad attenuarle. Pubblichiamo la corrispondenza intercorsa fra l’Associazione Avvocati del Lavoro e il Presidente della Corte d’Appello di Roma sulle disfunzioni della giustizia del lavoro, nonchè la lettera inviata dall’Associazione al Presidente della Repubblica per richiamare la sua attenzione sulla grave situazione determinatasi negli uffici giudiziari della Capitale.


 
ESTESE ALLE CAUSE DI SEPARAZIONE LE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PREVISTE PER QUELLE DI DIVORZIO - Con una sentenza della Corte Costituzionale (n. 154 del 10 maggio 1999, Pres. Granata, Red. Contri).


 
LA TUTELA CONTRO I LICENZIAMENTI ARBITRARI IN BASE ALL'ART. 18 ST. LAV. CESSA PER IL LAVORATORE ULTRASESSANTENNE CON IL RAGGIUNGIMENTO DEI REQUISITI PER LA PENSIONE DI VECCHIAIA - L’ottenimento, durante il giudizio di impugnazione del licenziamento, della pensione di anzianità non impedisce la reintegrazione nel posto di lavoro (Cassazione Sezione Lavoro n. 3907 del 20 aprile 1999, Pres. Lanni, Rel. Picone).


 
ECCESSIVO USO DEL TELEFONO AZIENDALE PER COMUNICAZIONI DI CARATTERE PERSONALE - Può giustificare il licenziamento (Cassazione Sezione Lavoro n. 3386 del 7 aprile 1999, Pres. Delli Priscoli, Rel. Stile).


 
LO STRUMENTO PROCESSUALE DELLA CONSULENZA TECNICA NON PUÒ ESSERE UTILIZZATO DAL MAGISTRATO ORDINARIO PER ACCERTARE, SUL PIANO GENERALE, LA VALIDITÀ DI UNA TERAPIA (MULTITRATTAMENTO DI BELLA) IN CONCORRENZA CON UNA PROCEDURA DI SPERIMENTAZIONE ATTUATA DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - L’accertamento deve essere limitato alle patologie oggetto del giudizio (Corte Costituzionale n. 121 del 2 aprile 1999, Pres. Granata, Red. Guizzi).


 
PER ESERCITARE STABILMENTE LA PROFESSIONE DI AVVOCATO IN ITALIA IL LEGALE DI ALTRO PAESE COMUNITARIO DEVE SUPERARE UNA PROVA ATTITUDINALE - Ciò non è necessario in caso di attività a carattere temporaneo (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 146 del 18 marzo 1999, Pres. Favara, Rel. Giannantonio).


 
GARANZIA STATALE PER I CREDITI DEI DIPENDENTI IN CASO DI INSOLVENZA DEL DATORE DI LAVORO - Per il calcolo del periodo di riferimento la normativa comunitaria prevale su quella italiana (Cassazione Sezione Lavoro n. 1106 del 9 febbraio 1999, Pres. Lanni, Rel. Vigolo).


 
L'ESPOSTO DEL PRETORE DI TORINO ALLA COMMISSIONE EUROPEA SULLE DISFUNZIONI DELLA GIUSTIZIA DEL LAVORO IN ITALIA - Riportiamo le parti salienti dell’esposto con il quale il Pretore di Torino ha chiesto alla Commissione Europea l’apertura di una procedura di infrazione a carico dello Stato italiano, in base al Trattato di Maastricht, per le disfunzioni del processo del lavoro.


 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 Pross. > Fine >>

Risultati 111 - 120 di 148

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca