Home arrow LAVORO arrow In flash arrow Il direttore generale è un dirigente apicale
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Lavoro, In flash Stampa E-mail

IL DIRETTORE GENERALE È UN DIRIGENTE APICALE - Come è dato desumere dall'art. 2396 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 24717 del 24 novembre 2005, Pres. Sciarelli, Rel. Lupi).

Il conferimento dell'incarico di direttore generale presso una società controllata dal datore di lavoro comporta l'attribuzione della qualifica di dirigente. La figura del direttore generale è prevista dall'art. 2396 cod. civ. secondo cui "le disposizioni che regolano la responsabilità degli amministratori si applicano anche ai direttore nominati dall'assemblea o per disposizione dell'atto costitutivo, in relazione ai compiti loro affidati".

Questa norma non descrive le mansioni dei direttori generali; tuttavia l'estensione ad essi della responsabilità verso i soci e verso i terzi per la conservazione dell'integrità del patrimonio sociale propria degli amministratori, prevista dagli artt. 2393 e 2394 c.c., presuppone che i direttori generali abbiano poteri di amministrazione propri dei dirigenti apicali, non potendo sussistere responsabilità   senza autonomia nella amministrazione dei beni aziendali.


Visite: 5224 | Preferiti (1)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca