Home arrow LAVORO arrow In flash arrow Il consigliere di amministrazione può essere ritenuto dipend...
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Lavoro, In flash Stampa E-mail

IL CONSIGLIERE DI AMMINISTRAZIONE PUÒ ESSERE RITENUTO DIPENDENTE DELLA SOCIETÀ - Ove sia assoggettato al potere direttivo dell'organo amministrativo nel suo complesso (Cassazione Sezione Lavoro n. 11978 del 28 giugno 2004, Pres. Senese, Rel. Maiorano).

Per la configurabilità di un rapporto di lavoro subordinato fra un membro del consiglio di amministrazione di una società di capitali e la società stessa (nella specie, un istituto di credito) è necessario che colui che intende far valere tale tipo di rapporto fornisca la prova della sussistenza del vincolo della subordinazione e cioè l'assoggettamento, nonostante la suddetta qualità di membro del consiglio di amministrazione, al potere direttivo, di controllo e disciplinare dell'organo di amministrazione della società nel suo complesso. L'accertamento della compatibilità dei diritti e dei doveri nascenti da un rapporto di lavoro subordinato con le funzioni di amministratore costituisce un apprezzamento di fatto insindacabile in sede di legittimità se sorretto da motivazione immune da vizi logici.


Visite: 4911 | Preferiti (1)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca