Home arrow LAVORO arrow In flash arrow Il lavoratore non ha il diritto alla presenza del suo avvoca...
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Lavoro, In flash Stampa E-mail

IL LAVORATORE NON HA IL DIRITTO ALLA PRESENZA DEL SUO AVVOCATO IN OCCASIONE DELL'AUDIZIONE IN SEDE DISCIPLINARE - L'assistenza è riservata al sindacato (Cassazione Sezione Lavoro n. 11430 del 30 agosto 2000, Pres. Mileo, Rel. Stile).

Nel procedimento disciplinare il lavoratore ha diritto, in base all'art. 7 St. Lav., di essere sentito con l'assistenza di un rappresentante sindacale. Questa norma è di stretta interpretazione e pertanto non consente di ritenere che, in occasione della audizione in sede disciplinare, il lavoratore abbia diritto di farsi assistere da un legale. Il diritto alla difesa tecnica è garantito dall'art. 24 della Costituzione unitamente al diritto di far valere le proprie ragioni in giudizio. Deve perciò escludersi che tale garanzia si estenda all'assistenza legale svolta fuori da un processo.


Visite: 4534 | Preferiti (1)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca