Home arrow Informazione e comunicazione arrow In caso di diffamazione, l'esistenza di danni morali e d'imm...
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Informazione e comunicazione Stampa E-mail

IN CASO DI DIFFAMAZIONE, L'ESISTENZA DI DANNI MORALI E D'IMMAGINE NON DEVE ESSERE PROVATA - Stante la natura dell'illecito (Cassazione Sezione Terza Civile n. 5753 del 10 marzo 2009, Pres. Petti, Rel. Lanzillo).

Chi agisce in giudizio per ottenere il risarcimento del danno morale e d'immagine derivato da un'azione diffamatoria non ha l'onere di provare l'esistenza del danno. Nella stessa natura dell'illecito subito è implicita la dimostrazione che la parte lesa abbia subito quanto meno danni morali ed all'immagine.


Visite: 4678 | Preferiti (8)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca