Home arrow LAVORO arrow In flash arrow Il contratto collettivo non può limitare il diritto del lavo...
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Lavoro, In flash Stampa E-mail

IL CONTRATTO COLLETTIVO NON PUÒ LIMITARE IL DIRITTO DEL LAVORATORE ALLA PROMOZIONE AUTOMATICA PER SVOLGIMENTO DELLE MANSIONI SUPERIORI - (Cassazione Sezione Lavoro n. 2174 dell’11 marzo 1999, Pres. Genghini, Rel. Amoroso).

L’art. 2103 cod. civ. prevede la promozione automatica del lavoratore che abbia svolto mansioni superiori per un periodo non inferiore a tre mesi. A questa regola non possono essere apportate deroghe dalla contrattazione collettiva. Pertanto anche nell’ipotesi che questa preveda, come condizione per la promozione, la maturazione di una determinata anzianità di servizio nella qualifica inferiore ovvero il superamento di un concorso per la copertura di posti vacanti o un accertamento di idoneità professionale, il lavoratore ha diritto alla qualifica superiore ove dimostri di avere svolto per almeno tre mesi le relative mansioni.


Visite: 4573 | Preferiti (0)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca