Home arrow LAVORO arrow In flash arrow Subordinazione tra soci in una societÓ di persone
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Lavoro, In flash Stampa E-mail

SUBORDINAZIONE TRA SOCI IN UNA SOCIET└ DI PERSONE - - ╚ configurabile in via eccezionale (Cassazione Sezione Lavoro n. 4725 del 12 maggio 1999, Pres. Pontrandolfi, Rel. Mazzarella).

Nelle società di persone, che non siano enti giuridici distinti dai singoli soci, un rapporto di lavoro subordinato fra la società ed uno dei soci (che, assumendo la veste di dipendente, non perde peraltro i diritti connessi alla qualità di socio) è configurabile, in via eccezionale, nella sola ipotesi in cui il socio presti la sua attività lavorativa sotto il controllo gerarchico di un altro socio, munito di supremazia, e sempre che la suddetta prestazione non integri un conferimento previsto dal contratto sociale. L'eccezionalità di tale situazione, esige una prova rigorosa della sottoposizione del lavoratore al controllo gerarchico di un altro socio.


Visite: 4996 | Preferiti (2)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca