Home arrow LAVORO arrow In flash arrow Se il rapporto a termine continua oltre la scadenza stabilit...
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Lavoro, In flash Stampa E-mail

SE IL RAPPORTO A TERMINE CONTINUA OLTRE LA SCADENZA STABILITA, LA SUCCESSIVA ESTROMISSIONE DEL LAVORATORE COSTITUISCE LICENZIAMENTO IN BASE ALLA LEGGE N. 230 DEL 1962 - (Cassazione Sezione Lavoro n. 24273 del 14 novembre 2006, Pres. Senese, Rel. Di Cerbo).

Secondo la legge n. 230 del 1962, non più in vigore, in caso di assunzione a termine, se il rapporto di lavoro si protrae oltre la scadenza contrattualmente prevista, esso diviene a tempo indeterminato. Pertanto il comportamento del datore di lavoro che, dopo tale trasformazione, ponga termine al rapporto non configura una disdetta, ma costituisce licenziamento, cui è applicabile l'art. 18 St. Lav.


Visite: 4189 | Preferiti (0)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca