Legge e giustizia: lunedž 27 gennaio 2020

Pubblicato in : Lavoro, In flash

"TI ASPETTO FUORI" » UNA MINACCIA CHE, SE RIVOLTA AL SUPERIORE GERARCHICO, PU“ GIUSTIFICARE IL LICENZIAMENTO - Per grave insubordinazione (Cassazione Sezione Lavoro n. 22532 del 1 dicembre 2004, Pres. Sciarelli, Rel. Stile).

L'espressione "ti aspetto fuori" usata da un lavoratore nel contestare una disposizione del superiore gerarchico costituisce nel linguaggio corrente una vera e propria minaccia e non un semplice invito a vedersi fuori dall'azienda. Tale comportamento può configurare grave insubordinazione tale da giustificare il licenziamento.


© 2007 www.legge-e-giustizia.it