Legge e giustizia: domenica 22 settembre 2019

Pubblicato in : Lavoro, In flash

E' INDUSTRIALE L'ATTIVITĄ DI IMPRESA CONSISTENTE NELLA REGISTRAZIONE SU SUPPORTI MAGNETICI "VERGINI" DI DATI E INFORMAZIONI FORNITI DAL COMMITTENTE E NELLA RELATIVA ELABORAZIONE - Ai fini degli sgravi contributivi (Cassazione Sezione Lavoro n. 1959 del 3 febbraio 2004, Pres. Mattone, Rel. Maiorano).

In base all'art. 2195 n. 1 cod. civ. deve considerarsi industriale - ai fini degli sgravi contributivi per le aziende operanti nel Mezzogiorno - l'attività consistente nella produzione di un servizio avente ad oggetto una nuova utilità economica ottenuta mediante l'elaborazione di dati non materiali. Pertanto può considerarsi industriale l'attività d'impresa consistente nella registrazione su supporti magnetici "vergini" di dati, informazioni, documenti ecc., forniti dal committente, nonché l'elaborazione, mediante calcolatori elettronici, dei detti elementi per riprodurli su moduli meccanografici, ovvero nella manipolazione e nel trattamento di dati contabili su schede meccanografiche, destinate ad essere inserite negli elaboratori elettronici dei committenti.

Gli sgravi contributivi, invece, non spettano alle imprese svolgenti attività di elaborazione e gestione dei dati, contabilità e gestione del personale, mediante mero trasferimento di dati su nastri magnetici o dischi da utilizzare con computer, atteso che detta attività - paragonabile a quella di un professionista che cura la contabilità - non determina alcuna trasformazione dei dati predetti e non produce comunque alcun prodotto economico nuovo.


© 2007 www.legge-e-giustizia.it