Legge e giustizia: domenica 27 settembre 2020

Pubblicato in : Lavoro, In flash

LA DENUNCIA DI OMISSIONE CONTRIBUTIVA DEVE ESSERE PRESENTATA ALL'INPS, AFFINCHE' SI APPLICHI IL TERMINE DI PRESCRIZIONE DECENNALE PER IL RECUPERO - Non è sufficiente rivolgersi all'Ispettorato del Lavoro (Cassazione Sezione Lavoro n. 29479 del 17 dicembre 2008, Pres. De Luca, Rel. Nobile).

Con riguardo alla disciplina introdotta dalla legge n. 335 del 1995, che riduce a cinque anni, a decorrere dal primo gennaio 1996, il termine di prescrizione per le contribuzioni di previdenza e assistenza sociale obbligatoria, salvi i casi di denuncia del lavoratore e dei suoi superstiti, ai fini dell'applicazione del termine di prescrizione ordinaria decennale è sufficiente che il lavoratore abbia presentato una propria denuncia all'INPS relativa all'omissione contributiva del datore di lavoro, non essendo posto a suo carico, al fine di avvalersi del più lungo termine di prescrizione, alcun obbligo di notificare la denuncia anche al datore di lavoro.

La denuncia presentata all'Ispettorato del Lavoro non è equivalente a quella presentata all'INPS e pertanto non è idonea a determinare l'applicazione del termine di prescrizione ordinaria decennale.


© 2007 www.legge-e-giustizia.it