Legge e giustizia: domenica 25 agosto 2019

Pubblicato in : Giudici avvocati e processi

NEL PROCESSO DEL LAVORO I FATTI NON SPECIFICAMENTE CONTESTATI DEVONO RITENERSI SUSSISTENTI - Senza necessità di accertamento da parte del giudice (Cassazione Sezione Lavoro n. 21106 del 2 ottobre 2009, Pres. Sciarelli, Rel. D'Agostino).

Nel rito del lavoro, la mancata specifica contestazione dei fatti costitutivi del diritto dedotti dal ricorrente, rende i fatti stessi incontroversi. Conseguentemente essi non possono essere contestati nell'ulteriore corso del giudizio, sono sottratti al controllo probatorio del giudice e devono essere ritenuti sussistenti senza necessità di un apposito accertamento.


© 2007 www.legge-e-giustizia.it