Legge e giustizia: marted́ 12 dicembre 2017

Pubblicato in : Lavoro, In flash

ANALISI DEI PRESUPPOSTI PER LE INDENNITA' PREVISTE DAL CNLG - Per i tele-cine-operatori (Cassazione Sezione Lavoro n. 10662 del 23 maggio 2016, Pres. Bronzini, Rel. Tricomi).

Il tele-foto-cine operatore assume la qualifica di giornalista ove lo stesso non si limiti a riprendere immagini destinate ad un giornale, scritto o parlato, ma, dovendo realizzare la trasmissione di un messaggio, effettui con continuità, in condizioni di autonomia tecnica, per il datore di lavoro, riprese di immagini di valenza informativa, tali da sostituire o completare il pezzo scritto o parlato, e, successivamente, partecipi alla selezione, al montaggio e, in genere, all'elaborazione del materiale filmato o fotografato in posizione di autonomia decisionale, come desumibile dall'idoneità del servizio televisivo a svolgere, di per sé, la necessaria funzione informativa (Cass. n. 19681 del 2009). Ai fini del riconoscimento, agli operatori di ripresa addetti ai servizi giornalistici di testate giornalistiche televisive, dei singoli istituti contrattualmente previsti per i giornalisti, va eseguita una compiuta analisi dei presupposti richiesti dalle norme collettive per l'individuazione in fatto dei presupposti medesimi, particolarmente quando si tratta di indennità di doppia testata, di mini-inviato, di locomozione, di aumento supplementare e di straordinario (Cass. 1522 del 2009).


© 2007 www.legge-e-giustizia.it