Legge e giustizia: domenica 19 novembre 2017

Pubblicato in : Lavoro, In flash

SCELTA E VALUTAZIONE DELLE PROVE - Spetta al Giudice di merito (Cassazione Sezione Lavoro n. 12083 del 16 maggio 2017, Pres. Napoletano , Rel. Boghetic).

La valutazione delle risultanze probatorie, al pari della scelta di quelle fra esse ritenute più idonee a sorreggere la motivazione, involgono apprezzamenti di fatto riservati in via esclusiva al giudice di merito, il quale, nel porre a fondamento del proprio convincimento e della propria decisione una fonte di prova con esclusione di altre, nel privilegiare una ricostruzione circostanziale a scapito di altre (pur astrattamente possibili e logicamente non impredicabili), non incontra altro limite che quello di indicare le ragioni del proprio convincimento, senza essere peraltro tenuto ad affrontare e discutere ogni singola risultanza processuale ovvero a confutare qualsiasi deduzione difensiva (cfr. Cass. SS.UU. n. 24148/2013, Cass. n. 8008/2014).


© 2007 www.legge-e-giustizia.it